Amichevoli internazionali nel segno di Ibra

15. Novembre 2012

Spesso i club si sono lamentati di queste amichevoli proprio nel mezzo della stagione quando gli impegni di campionato e coppa si intensificano, e i vari presidenti e allenatori si chiedono per quale motivo i giocatori devono essere sottoposti a viaggi intercontinentali che possono influire sul loro rendimento nella squadra di appartenenza, spesso a dire la verità me lo chiedo anch’io, però bisogna anche rendersi conto che non tutti i calciatori sono uguali e quando in campo scendono quelli che nel nuovo gergo calcistico vengono denominati top players, ci interessa solo ammirarne le prodezze. Il re della notte è stato certamente Zlatan Ibrahimovic protagonista della partita più bella tra le 22 disputate ieri sera: Inghilterra Svezia finita per 4-2  in cui l’attaccante del PSG ha dominato gli inglesi con ben 4 reti personali, di cui l’ultima racchiude tutte le caratteristiche di questo grande campione: tecnica, potenza e sfrontatezza per la rovesciata spettacolare che sta spopolando su you tube e che testimonia la follia di un assoluto fuoriclasse. Va in goal anche un altro marziano che fortunatamente gioca ancora nel nostro campionato: Edinson Cavani, l’attaccante del Napoli ha messo a segno il goal del 2-0 dell’Uruguay sulla Polonia, partita poi finita per 3-1 con rete finale di un altro fenomeno- Suarez-. Sempre in casa Napoli vince la Svizzera di Inler, 2-1 incasa della Tunisia, nonostante il centrocampista partenopeo abbia sbagliato un rigore nel primo tempo. Show di Bradley nella sfida alla Russia di Capello, l’attaccante romanista è autore del goal del 1-1 grazie ad un bel tiro al volo, la partita si è chiusa poi in pareggio ma per 2-2. Va in rete anche un’altra semi-conoscenza del nostro campionato: l’attaccante juventino Bendtner capitano nella sfida contro  la Turchia e autore del goal del’1-0 su calcio di rigore al64’, bastano soli 4 minuti per il pareggio turco che chiude il match sull’1-1. I due big match della serata vedevano protagonisti da un lato Olanda e Germania che però non ha regalato spettacolo – solo 0-0 al fischio finale – e Italia Francia, ahi noi finita 1-2, al vantaggio di El Sharawii autore del suo primo goal in nazionale, rispondono Valbuena e Gomis per la rimonta francese, in ogni caso buona prova dei ragazzi di Prandelli che ha schierato una formazione molto giovane in vista dei mondiali brasiliani del 2014. Ma non posso concludere senza rivedere il capolavoro di Ibrahimovich.

Gabriel De La Cruz